GALVACOM
EMOZIONI IN SUPERFICIE

Galvacom si occupa di trattamenti galvanici su ottone e alluminio.

Gli impianti di cui dispone l’azienda, rispondono a tante e diverse esigenze produttive, e sono quindi in grado di offrire un servizio completo sul trattamento delle superfici metalliche.

L’esperienza acquisita negli anni, ha permesso a Galvacom di eccellere in alcuni specifici trattamenti, come la cromatura dell’alluminio.

Ma il rinnovamento non si ferma mai, ed è proprio il continuo aggiornamento ad ampliare il know how di Galvacom ogni giorno di più.

L’ESPERIENZA SI CONQUISTA NEL TEMPO

L’esperienza non può mai essere una qualità innata.

L’esperienza ha bisogno di essere conquistata giorno dopo giorno, in un processo evolutivo dell’azienda che va di pari passo con i suoi prodotti.

Le finiture proposte da Galvacom ben rappresentano questa evoluzione. Sono infatti aumentate sempre più negli anni, fino ad arrivare alle molteplici proposte di oggi, con sfumature di colore in grado di soddisfare le più svariate esigenze di mercato.

IL CONTROLLO DEI PROCESSI

Il primo passo per essere sicuri che ogni fase venga svolta con attenzione, è occuparsi personalmente del processo completo.
Dalla preparazione della superficie, alla galvanizzazione su alluminio e ottone, per infine passare al PVD: ognuno di questi processi è controllato da Galvacom.
Al termine di tutte le operazioni, grande importanza viene riservata al controllo qualità, effettuato dal laboratorio interno con test di shock termico e nebbia salina.

LE FASI DEL PROCESSO GALVANICO

  • sgrassaggio ad ultrasuoni dei pezzi
  • preparazione dei requisiti per una buona aderenza superficiale con trattamenti preliminari
  • nichelatura con spessori e processi idonei. Nichel colonnare e poi lamellare con uno spessore complessivo di 22 micron (solo per cromatura alluminio).
  • cromatura con spessore di 0,23 micron di cromo (solo per cromatura alluminio).
  • prove di aderenza dei pezzi, controllata mediante shock termico
  • verifica della resistenza alla corrosione mediante prova in nebbia salina AASS (Acetic Acid Salt Spray) con ciclo di 220 ore
  • essiccazione dei pezzi mediante forni di riscaldamento.
  • fissaggio dei pezzi con speciali telai dedicati per il massimo rendimento e qualità ottimale.

IL PROCESSO PVD
(PHYSICAL VAPOR DEPOSITION)

Il processo PVD è possibile grazie all’utilizzo di nanotecnologie, e permette la produzione di rivestimenti estremamente sottili con particolari caratteristiche fisiche e meccaniche, a prova di corrosione e usura, ma soprattutto eco-efficienti.

Il vantaggio di questa tecnologia consiste nell’eliminazione dei metalli pesanti, quali cromo e i suoi derivati, nelle acque reflue e nelle lavorazioni, nel forte risparmio idrico, nella riduzione delle emissioni gassose nocive, con notevoli ricadute positive sull’ambiente e sulla salute dei lavoratori.

Il sistema innovativo di cromatura in PVD utilizza la tecnologia al plasma: un processo eco-friendly che non utilizza prodotti chimici tossici per le applicazioni, si serve di materiali di minor costo e non altera l’aspetto fisico delle superfici trattate in quanto completamente invisibile.

LA GAMMA COLORI

Galvacom offre un’ampia scelta di finiture tra cui scegliere, ognuna realizzata seguendo accuratamente ogni processo della produzione.

Contatti

Galvacom S.r.l. a socio unico
Via Maddalena, 95 – Nave (BS) – 25075 Italy
Tel. +39 0302530497 – info@galvacom.ithttp://www.galvacom.it

Managing Director: mail  Marco Merigo
Internal Process Coordinator: mail  Michela Zera
Accounting: mail  Sandra Bombardieri

See also
Sadev

See also
Colcom